Area Comunicazione http://areacomunicazione.policlinico.unina.it Web Magazine dell'Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II" Thu, 21 Mar 2019 11:40:54 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.0.26 La formazione manageriale applicata al Risk Management, al via la XVII edizione del Master in Management Sanitario http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35409-la-formazione-manageriale-applicata-al-risk-management-al-via-la-xvii-edizione-del-master-in-management-sanitario/ http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35409-la-formazione-manageriale-applicata-al-risk-management-al-via-la-xvii-edizione-del-master-in-management-sanitario/#comments Thu, 21 Mar 2019 11:35:51 +0000 http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/?p=35409 WhatsApp Image 2019-03-18 at 10.23.51Appuntamento giovedì 10 aprile, dalle ore 14.00 alle 19.00, nell’Aula Magna di Biotenologie (via T. De Amicis, 95), con il convegno “La formazione manageriale applicata al risk Management”. 

L’evento inaugura la XVII edizione del Master in Management Sanitario, organizzato dalla Scuola di Formazione in Management Sanitario guidata dal Direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica, Farmacoutilizzazione e Dermatologia, Maria Triassi. La giornata, articolata in due sessioni, sarà introdotta dai saluti del Magnifico Rettore dell’Università Federico II di Napoli Gaetano Manfredi, del Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia Luigi Califano, del Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli Vincenzo Viggiani e del Dirigente di Staff Tecnico Operativo della Direzione Generale Tutela della Salute e Coordinamento del Sistema Sanitario Regionale Antonella Guida.

Previsti gli interventi di Giuseppe Sabatelli, Coordinatore Centro Regionale Rischio Clinico della Regione LazioMaurizio Musolino, Componente Centro Regionale Rischio Clinico della Regione Lazio; Marcello Pezzella, Referente SIMES e Rischio Clinico per la Regione Campania.

Sarà poi il momento delle testimonianze relative alle esperienze di gestione del risk management nell’AOU Federico II e nella Scuola di Medicina e Chirurgia, a cura di Oreste Caporale, Patrizia Cuccaro, Daniela Schiavone e Assunta Guillari.

A seguire, è in programma una tavola rotonda che vedrà protagonisti i referenti rischio clinico della Regione Campania. Le prima sessione si concluderà con relazione di Maria Triassi e Amalia Tito del Formez PA sulla sinergia tra enti per la formazione manageriale delle figure apicali dei Servizi Sanitari.

La seconda sessione dell’evento sarà dedicata alla presentazione del libro “Il valore delle competenze e il confronto delle esperienze: conversazioni di management sanitario”, il nuovo volume della collana “Il Management in Sanità”, che raccoglie le tesi progettuali dei discenti del corso e i contributi di autori del mondo della sanità, della comunicazione e dell’innovazione tecnologica sulle più attuali tematiche emergenti nell’area della salute e della medicina, alcuni dei quali saranno presentati durante la rassegna dedicata. Seguirà la cerimonia di consegna del libro agli autori che chiuderà l’evento formativo.

Per ulteriori informazioni, scarica la locandina.

]]>
http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35409-la-formazione-manageriale-applicata-al-risk-management-al-via-la-xvii-edizione-del-master-in-management-sanitario/feed/ 0
Allattamento al seno, è partito il progetto formativo del Policlinico Federico II http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35450-allattamento-al-seno-e-partito-il-progetto-formativo-del-policlinico-federico-ii/ http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35450-allattamento-al-seno-e-partito-il-progetto-formativo-del-policlinico-federico-ii/#comments Thu, 21 Mar 2019 08:45:36 +0000 http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/?p=35450 ImmagineÈ partito lunedì 18 marzo, aperto dai saluti istituzionali di Vincenzo Viggiani, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli, di Francesco Raimondi, responsabile dell’UOSD di Neonatologia e TIN e di Maria Vittoria Locci, responsabile della UOSD di Day Surgery, il progetto formativo dell’AOU “Promozione, Protezione e Sostegno  all’allattamento al seno” dedicato al prof. Alfredo Pisacane che ha promosso in Regione Campania l’attenzione alla pratica dell’Allattamento Materno, dedicandosi con rispetto e competenza agli operatori, ai genitori e ai bambini.

Dopo il percorso di “formazione dei formatori” avvenuto lo scorso novembre, il progetto, il cui referente aziendale è la responsabile dell’Ufficio Formazione Grazia Isabella Continisio partirà a cascata in tutta la Regione, con due ulteriori appuntamenti martedì 26 marzo e martedì 2 aprile, per costituire quella “catena calda” di solidarietà, incoraggiamento e supporto che è indispensabile perché l’allattamento inizi bene e continui con successo.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità e l’Unicef, infatti, raccomandano l’allattamento al seno esclusivo per i primi 4-6 mesi di vita e lo consigliano anche dopo l’aggiunta dei cibi solidi fino a 1-2 anni di vita. Tuttavia, quasi ovunque molte madri cominciano a dare ai bambini latte artificiale o altri alimenti prima dei 4 mesi e sospendono l’allattamento al seno molto prima che il bambino compia l’anno di vita. Ciò si verifica in genere per il timore di non avere abbastanza latte oppure per qualche altra difficoltà legata all’allattamento. Una madre che lavora a volte non sa come allattare, altre volte le difficoltà sono costituite da mancanza di aiuto a casa o da alcuni comportamenti non adeguati delle strutture sanitarie che non favoriscono l’allattamento al seno. Per gli operatori coinvolti nel percorso nascita, quindi, la promozione dell’allattamento al seno diventa un’attività con importanti risvolti scientifici.

Per ulteriori informazioni, scarica il programma delle giornate del corso.

]]> http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35450-allattamento-al-seno-e-partito-il-progetto-formativo-del-policlinico-federico-ii/feed/ 0 Formazione aziendale, al via il ciclo di eventi per i Direttori dei DAI dell’AOU Federico II http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35462-formazione-aziendale-al-via-il-ciclo-di-eventi-per-i-direttori-dei-dai-dellaou-federico-ii/ http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35462-formazione-aziendale-al-via-il-ciclo-di-eventi-per-i-direttori-dei-dai-dellaou-federico-ii/#comments Thu, 21 Mar 2019 08:38:15 +0000 http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/?p=35462 quattro mani che compongono un puzzle con dei tasselli azzurriÈ partito martedì 19 marzo, con l’incontro “AAA… cercasi leaders per la nuova stagione della sanità”, il ciclo di tre appuntamenti tra i Direttori dei DAI e la Direzione Strategica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli. Il percorso formativo, dal titolo “Il ruolo dei Direttori dei DAI e della Direzione Strategica dell’A.O.U. Federico II”, progettato e organizzato dalla Responsabile della P.O. Formazione Continua in Medicina, Grazia Isabella Continisio, ha l’obiettivo di favorire il confronto sulle principali criticità che si presentano nella quotidianità del lavoro dei professionisti della salute, sia per quanto riguarda gli aspetti gestionali/organizzativi, sia per tutto ciò che concerne il processo valutativo.

Tre i relatori: Federico Lega, professore di Economia Aziendale presso l’Università Bocconi, Giuseppe Zollo, professore di Ingegneria economico-gestionale dell’Università Federico II e Presidente dell’Organismo Indipendente di Valutazione della Performance dell’AOU Federico II e Guido Trombetti professore di Analisi matematica dell’Università Federico II e Presidente della Commissione “Monitoraggio azioni previste dall’Atto aziendale dell’AOU Federico II”.

I prossimi appuntamenti si terranno martedì 26 marzo e martedì 2 aprile.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’Ufficio Formazione Unico aziendale al numero 081/7463753.

]]>
http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35462-formazione-aziendale-al-via-il-ciclo-di-eventi-per-i-direttori-dei-dai-dellaou-federico-ii/feed/ 0
Mini Atelier della Salute for kids: sani stili di vita… sin dall’infanzia! http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35370-mini-atelier-della-salute-for-kids-sani-stili-di-vita-sin-dallinfanzia-al-via-la-giornata-di-gioco-e-formazione-per-i-bambini-della-scuola-primaria/ http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35370-mini-atelier-della-salute-for-kids-sani-stili-di-vita-sin-dallinfanzia-al-via-la-giornata-di-gioco-e-formazione-per-i-bambini-della-scuola-primaria/#comments Sat, 16 Mar 2019 13:10:36 +0000 http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/?p=35370 logo atelier kidsDall’esperienza del team di coordinamento scientifico ed organizzativo della manifestazione “Atelier della Salute: esperienze, percorsi, soluzioni per vivere… meglio!”, ideata e promossa dalla Scuola di Medicina e Chirurgia e dall’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, nasce Mini Atelier della Salute for kids, una giornata di formazione, gioco e sperimentazione dedicata alla sana alimentazione e rivolta ai bambini della scuola primaria. Un format innovativo, che viene realizzato per la prima volta per gli studenti della III e IV elementare dell’Istituto Nazareth di Napoli, che potrà essere riprodotto anche per altre realtà scolastiche interessate ad avvicinare i più piccoli ai sani stili di vita.

L’appuntamento è Venerdì 22 Marzo 2019, dalle ore 9.00 alle 14.00, presso il Dipartimento di Farmacia federiciano (Aule A e B Nuovo Plesso – Via Domenico Montesano, 49).

Numerose le aree disciplinari coinvolte: diabetologia pediatrica, igiene degli alimenti, medicina preventiva, chimica degli alimenti e sicurezza alimentare. Tutte le attività saranno realizzate in collaborazione con l’équipe di neuropsichiatria infantile con l’obiettivo di modulare correttamente i messaggi di salute e agevolare la comprensione dei concetti basilari di sana alimentazione, per favorire un rapporto sereno con il cibo. Anche le docenti della Scuola in Ospedale del Policlinico Federico II supportano l’iniziativa e realizzeranno per i piccoli ospiti tante simpatiche sorprese.

Ma vediamo nel dettaglio le attività. I bambini saranno accolti all’ingresso del Dipartimento di Farmacia e in plenaria riceveranno le principali informazioni sull’organizzazione della giornata. Dopo una sana merenda, offerta dagli organizzatori, i bambini, divisi in piccoli gruppi,  prenderanno parte a quattro laboratori interattivi.

Si comincia con il semaforo della sana alimentazione. Attraverso il gioco i bambini scopriranno la giusta frequenza con cui assumere alcuni alimenti per comprendere che il cibo meno sano non va demonizzato in assoluto, ma è necessario sapere quanto e quando mangiarne. Sarà poi il momento di andare a far la spesa, i giovanissimi studenti simuleranno, muniti di un carrellino, una spesa al supermarket per riempire la dispensa di quanto necessario per la merenda e la colazione, in una competizione all’ultimo prodotto che vedrà vincitrice la squadra che avrà fatto la spesa più salutare, perché la consapevolezza nella scelta degli alimenti e dei prodotti alimentari si acquisisce sin da piccoli. A seguire, il laboratorio sensoriale: tatto e gusto oltre la vista, un percorso che permetterà ai bambini di percepire, misurare e valutare le caratteristiche dei prodotti alimentari, attraverso i cinque sensi. I bambini si trasformeranno poi in piccoli scienziati alle prese con le tecniche di base di laboratorio, mirate all’estrazione di tossine dalle cozze, nell’attività dedicata alle “sorprese” del mare, per non dimenticare che la sicurezza alimentare è un tassello importante della sana alimentazione. Infine, i singoli gruppi si riuniranno nuovamente in plenaria per un gioco – test di apprendimento con l’obiettivo di condividere i messaggi veicolati durante le attività laboratoriali, sarà il momento per una competizione divertente che li vedrà anche scoprire l’importanza dell’attività fisica e del movimento nella quotidianità.

Al termine della giornata, i bambini riceveranno il Calendario 2019 dell’Azienda “Ricominciamo dai bambini”, dedicato al mondo dell’infanzia, l’opuscolo “Le stagioni nel piatto”, che approfondisce le stagionalità degli alimenti, e la brochure “Metti in tavola la salute… e SALUTiamoci”, realizzata ad hoc per l’evento.

Inoltre, per consentire una maggiore condivisione delle informazioni che i bambini riceveranno durante i laboratori, è previsto un evento parallelo dedicato ai genitori, ai nonni e ai care-giver degli studenti coinvolti nel progetto, in programma dalle ore 9.30 alle 12.30 presso la Sala riunioni del Dipartimento di Farmacia al primo piano del Corpo C (Via Domenico Montesano, 49). L’incontro, condotto da una équipe multidisciplinare formata da un medico esperto di nutrizione, un nutrizionista, una neuropsichiatra infantile ed una psicologa, sarà l’occasione per illustrare il progetto e per confrontarsi sulla tipologia dei messaggi che saranno veicolati ai più piccoli e si rifletterà insieme sulle modalità più opportune per favorire nei bambini un rapporto sano ed equilibrato con il cibo.

Per ulteriori informazioni, scarica il programma.

]]>
http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35370-mini-atelier-della-salute-for-kids-sani-stili-di-vita-sin-dallinfanzia-al-via-la-giornata-di-gioco-e-formazione-per-i-bambini-della-scuola-primaria/feed/ 0
Quale dieta per i bambini con Intolleranza Ereditaria al Fruttosio? Al via la tavola rotonda http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35422-quale-dieta-per-i-bambini-con-intolleranza-ereditaria-al-fruttosio-al-via-la-tavola-rotonda/ http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35422-quale-dieta-per-i-bambini-con-intolleranza-ereditaria-al-fruttosio-al-via-la-tavola-rotonda/#comments Fri, 15 Mar 2019 12:36:42 +0000 http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/?p=35422 AIF ONLUS - Logo VettorialeSabato 23 Marzo 2019, dalle ore 9.30 alle 16.30, nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Biotecnologiche (Via De Amicis, 95 – piano terra), si svolgerà la tavola rotonda “Quale dieta per i bambini con intolleranza ereditaria al fruttosio?” organizzata dall’Associazione Intolleranza Fruttosio (AIF) in collaborazione con Raffaele Iorio,  Maria Immacolata Spagnuolo, Fabiola Di Dato e Fabrizia Chiatto, pediatri del DAI Materno Infantile dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II.

Vivere una vita senza zuccheri, si può? Per alcuni non c’è scelta, si “deve” e basta. Sono i malati di fruttosemia – malattia genetica ereditaria rara che colpisce circa 1 persona ogni 20/30.000 – per i quali fruttosio, saccarosio e sorbitolo sono un vero e proprio veleno. Qui non è questione di prova costume, è una questione di sopravvivenza!|

La Fruttosemia, o Intolleranza Ereditaria al Fruttosio (IEF), è una malattia metabolica ereditaria rara dovuta alla mancanza dell’enzima Aldolasi-B presente principalmente nel fegato. I fruttosemici non possono metabolizzare il fruttosio, per cui anche una dose piccolissima di zucchero può causare gravi danni a fegato, reni e intestino. E nei casi più gravi può portare al decesso.

L’unica terapia possibile per consentire la sopravvivenza ai fruttosemici è l’eliminazione  dalla dieta di tutte le fonti di fruttosio, saccarosio (zucchero da cucina)  e sorbitolo. Il che non è facile come sembra. Perché se è vero che il fruttosio si trova prevalentemente nel miele, nella frutta, nei vegetali crudi, in realtà le fonti “nascoste” sono numerosissime: bevande e alimenti per l’infanzia, molti prodotti in scatola (salse, cereali per la prima colazione, condimenti per insalate),  sciroppi medicinali.

Fortunatamente, quando il soggetto con fruttosemia è diagnosticato precocemente  e segue una dieta corretta, il suo stato di salute e la sua qualità di vita sono buone. È ben noto che durante i primi mesi di vita è necessario seguire una dieta molto rigida per evitare danni al fegato e agli altri organi.  Al momento, non è invece ben definito se nelle epoche di vita successive e  nell’età adulta la dieta del fruttosemico possa essere un po’  più “libera”. Ed è proprio questo il tema della Tavola Rotonda.

È possibile che i fruttosemici possano, con il trascorrere degli anni, assumere piccole quantità degli zuccheri “proibiti” senza che questo determini danni alla loro salute?  A discutere di questa problematica sono stati invitati i maggiori esperti italiani di questa malattia che si confronteranno tra di loro e direttamente con i pazienti. Il dibattito si baserà sull’analisi critica delle migliori evidenze disponibili in letteratura scientifica ma anche sulla corposa esperienza dei centri partecipanti. Alla conclusione del dibattito si perverrà ad un documento di consenso che promuoverà una gestione omogenea dei pazienti distribuiti su tutto il territorio nazionale.

Il tema dei danni da eccesso di fruttosio nella dieta è un problema emergente di salute pubblica che riguarda non  solo i fruttosemici. Negli ultimi anni si è sempre più consolidato il concetto che l’eccesso di fruttosio nella dieta favorisce lo sviluppo di obesità, insulino-resistenza e fegato grasso,  tanto è vero che sia in età adulta che in età pediatrica è fortemente raccomandato di limitare il consumo di bevande zuccherate per il trattamento della steatosi epatica. L’abuso di bevande zuccherate è particolarmente diffuso nei paesi sviluppati ed è diventato ormai un problema di salute pubblica che ha indotto ad ipotizzare un incremento della loro tassazione.  Nonostante l’OMS raccomandi un’assunzione di saccarosio inferiore al 10% delle calorie totali, gli adolescenti statunitensi ingeriscono una media giornaliera di 94 grammi di zuccheri aggiunti (pari al 18% dell’intake calorico).  Recentemente è stato documentato che l’abuso di fruttosio, al pari dell’alcool e altre sostanze di abuso, può creare una dipendenza psicologica e fisica da cui il neologismo “fructoholism”  affine ad “alcoholism”. Sulla base di queste premesse, appare opportuno che i Pediatri promuovano sin dalle prime epoche della vita diete a basso contenuto di zuccheri aggiunti in linea con le raccomandazioni dell’OMS. In particolare, sarebbe auspicabile evitare soprattutto nel primo semestre di vita l’utilizzo di prodotti edulcorati, incluso il miele ed il saccarosio, che spesso vengono impropriamente adoperati per il trattamento di disturbi quali coliche del lattante, alterazioni del ritmo sonno-veglia, crisi di pianto e/o irritabilità. Tali prodotti non solo non hanno una indicazione nutrizionale ufficiale, ma possono favorire lo sviluppo per il gusto dolce e quindi abitudini alimentari favorenti l’obesità e l’epatopatia steatosica.

Durante l’evento sono previste due pause gastronomiche: un coffee break ed un lunch a base di prodotti privi di fruttosio garantiti dalla scuola di cucina partenopea CucinAmica. Alcune novità gastronomiche, studiate per l’occasione, saranno presentate da due esponenti di rilievo della scuola di cucina Carmela Caputo e Giorgia Chiatto che dimostreranno come sia possibile conciliare la gradevolezza dei piatti e la sicurezza degli stessi per i pazienti con Intolleranza ereditaria al fruttosio. Durante l’intera durata dell’evento sarà, inoltre, garantita l’animazione dei Lacci Sciolti i cui operatori intratterranno i più piccini. Ci saranno, inoltre, gonfiabili, travestimenti per tutti, giochi correlati al tema affrontato, tratti dal Progetto “31 Salvi tutti!”.

Scarica il programma e la locandina.

 

 

]]> http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35422-quale-dieta-per-i-bambini-con-intolleranza-ereditaria-al-fruttosio-al-via-la-tavola-rotonda/feed/ 0 Napoli Piano City, al CEINGE il concerto del maestro Luca Filastro http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35402-napoli-piano-city-al-ceinge-il-concerto-del-maestro-luca-filastro/ http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35402-napoli-piano-city-al-ceinge-il-concerto-del-maestro-luca-filastro/#comments Fri, 15 Mar 2019 10:55:29 +0000 http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/?p=35402 piano cityDa venerdì 5 a domenica 7 aprile 2019 Napoli ospiterà la sesta edizione di Piano City. I pianoforti risuoneranno in ogni angolo della città con concerti, eventi, appuntamenti nei salotti delle case napoletane (60 House Concert) e nei più bei luoghi storici e culturali: musei, teatri, metropolitane, aeroporto, piazze e palazzi storici (55 location pubbliche). Per un week-end Piano City trasformerà Napoli in una maratona pianistica con oltre 250 eventi e 700 pianisti.

Quest’anno anche il CEINGE – Biotecnologie avanzate ospiterà un evento, con il concerto del maestro Luca Filastro che si terrà nella giornata di sabato 6 aprile a partire dalle ore 11.00. Il Maestro Filastro, pianista, compositore ed arrangiatore è considerato uno tra i massimi esponenti dello Stride Piano ed eseguirà un coinvolgente concerto a ritmo di Swing con brani della tradizione jazz, rivisitati nel suo stile personale, in cui riecheggiano le sonorità degli anni ’30 e ’40.

]]> http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35402-napoli-piano-city-al-ceinge-il-concerto-del-maestro-luca-filastro/feed/ 0 Dermatologia, al Policlinico federico II visite gratuite per gli under 16 http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35383-dermatologia-al-policlinico-federico-ii-visite-gratuite-per-gli-under-16/ http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35383-dermatologia-al-policlinico-federico-ii-visite-gratuite-per-gli-under-16/#comments Thu, 14 Mar 2019 13:51:16 +0000 http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/?p=35383 controllo dei neiSabato 16 marzo, al secondo piano dell’Edificio 10 dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli, dalle ore 9.30 alle 12.30, visite dermatologiche gratuite riservate agli under 16. A disposizione degli utenti, senza necessità di prenotazione, un team di specialisti coordinati da Gabriella Fabbrocini, Direttore della Scuola di specializzazione in Dermatovenereologia e Mario Delfino, Direttore dell’UOC di Dermatologia Clinica dell’AOU Federico II di Napoli.

L’iniziativa  si pone nel più ampio programma di incontri informativi gratuiti con i cittadini finalizzato a migliorare la conoscenza e la comprensione delle patologie con particolare impatto sociale, in modo da favorirne prevenzione e cura.

Il range delle malattie cutanee dell’età pediatrica è molto ampio – spiega la prof.ssa Gabriella Fabbrocini – e va dai semplici eczemi alle dermatiti, alle patologie della pigmentazione  quali la vitiligine e a disturbi che coinvolgono capelli alle unghie. Fondamentale rivolgersi agli esperti evitando i rimedi casalinghi e il fai da te”.

Sarà anche l’occasione – spiega il prof. Mario Delfino – per fornire una corretta informazione sulle malattie dermatologiche della sfera sessuale che in età adolescenziale e preadolescenziale, in tutt’Italia, stanno registrando un più che consistente aumento”.

Nell’imminenza dell’estate, particolare attenzione sarà rivolta allo screening dei nei, grazie alla partecipazione all’open day anche dei pediatri che sotto la guida del Prof. Massimiliano Scalvenzi hanno seguito il corso di formazione teorico-pratico “Di che segno è il tuo neo, baby?”, volto al corretto triage dei nei ed alla valutazione delle lesioni pigmentate, neoformazioni cutanee e patologie dematologiche tipiche dell’ età pediatrica, mediante l’utilizzo della dermoscopia associata alla piattaforma di intelligenza artificiale I3Ddermoscopy.

Per vedere il calendario completo delle iniziative clicca qui.

]]>
http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35383-dermatologia-al-policlinico-federico-ii-visite-gratuite-per-gli-under-16/feed/ 0
Educare alla Salute, parte il progetto formativo per gli operatori sociali sul tema della prevenzione http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35289-educare-alla-salute-parte-il-progetto-formativo-per-gli-operatori-sociali-sul-tema-della-prevenzione/ http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35289-educare-alla-salute-parte-il-progetto-formativo-per-gli-operatori-sociali-sul-tema-della-prevenzione/#comments Tue, 12 Mar 2019 08:02:01 +0000 http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/?p=35289 ImmagineSi è svolta martedì 26 febbraio, dalle 11.30 alle 13.30, presso l’Aula Multimediale Santoianni, del Policlinico Federico II, il primo appuntamento del progetto “Educare alla Salute”. Il percorso, promosso dall’UOC di Dermatologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli in partnership con il Comune di Napoli, ha l’obiettivo di formare gli operatori sociali circa i temi della prevenzione primaria e secondaria e favorire la promozione del benessere, della salute generale, in particolare quella della sfera sessuale al fine di offrire utili strumenti di comunicazione con i minori da loro presi in carico ossia potenziare le abilità comunicativo-relazionali tra giovani e adulti, tra genitori e figli e tra pari, oltre che creare relazioni positive per prevenire le condizioni di disagio legate a comportamenti a rischio, quali l’uso di alcool, fumo, droga, gioco d’azzardo, e a qualunque forma di dipendenza, notoriamente correlate con un maggior rischio di contrarre una malattia sessualmente trasmissibile.

Intervenire in tal senso favorisce l’espressione del disagio all’interno di una relazione d’aiuto, che sostiene, attraverso informazioni adeguate, i giovani al fine di poterli aiutare ad affrontare serenamente le scelte complesse del periodo di crescita, individuando insieme tematiche ricorrenti ed esigenze in ambito psico-affettivo della fascia adolescenziale e preadolescenziale, con particolare riguardo alla tutela della salute e, nel caso, inviandoli alle Strutture Sanitarie del territorio.

Di seguito il calendario completo degli appuntamenti:

PRIMO GRUPPO

26 febbraio

Ore: 11.30-13.30

45-50 educatori

Sede: Aula Multimediale Santoianni, piano terra ed. 10

19 marzo

Ore: 11.30-13.30

45-50 educatori

Sede: Aula Multimediale Santoianni, piano terra ed. 10

SECONDO GRUPPO

12 marzo

Ore: 11.30-13.30

45-50 educatori

Sede: Aula Multimediale Santoianni, piano terra ed. 10

2 aprile

Ore: 11.30-13.30

45-50 educatori

Sede: Aula Multimediale Santoianni, piano terra ed. 10

]]> http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35289-educare-alla-salute-parte-il-progetto-formativo-per-gli-operatori-sociali-sul-tema-della-prevenzione/feed/ 0 ProMis, al via il workshop sul tema della protezione dei dati personali http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35311-promis-al-via-il-workshop-sul-tema-della-protezione-dei-dati-personali/ http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35311-promis-al-via-il-workshop-sul-tema-della-protezione-dei-dati-personali/#comments Tue, 12 Mar 2019 07:57:55 +0000 http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/?p=35311 promisLa Regione Campania, in collaborazione con l’ASL Benevento e l’A.O. San Pio, e con il supporto del Programma Mattone Internazionale Salute (ProMIS) del Ministero della Salute, organizza il giorno 13 Marzo 2019 alle ore 15.00 presso il Centro Direzionale di Napoli (Isola C5, secondo piano), un workshop dal titolo “General Data Protection Regulation in ambito sanitario: il percorso della Regione Campania”.

Lo scopo del workshop è quello di individuare e condividere un percorso omogeneo e standardizzato per tutte le aziende sanitarie campane sul tema Protezione Dati, finalizzato al raggiungimento e al mantenimento di una reale compliance al GDPR.

La partecipazione all’evento è gratuita.

Per ulteriori informazioni scarica il programma.

]]>
http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35311-promis-al-via-il-workshop-sul-tema-della-protezione-dei-dati-personali/feed/ 0
Sportello Amico Trapianti: metamorfosi e cultura della donazione, al via il corso ECM al Policlinico Federico II http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35348-sportello-amico-trapianti-metamorfosi-e-cultura-della-donazione-al-via-il-corso-ecm-al-policlinico-federico-ii/ http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35348-sportello-amico-trapianti-metamorfosi-e-cultura-della-donazione-al-via-il-corso-ecm-al-policlinico-federico-ii/#comments Tue, 12 Mar 2019 07:18:34 +0000 http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/?p=35348 sportello amico trapianti_immagineAppuntamento sabato 30 marzo, dalle ore 9.30 alle 13.30, nell’Aula Grande dell’edificio 6 dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli per il corso ECM:“La metamorfosi nel percorso di diagnosi e cura: handle with care”.

Il corso, i cui responsabili scientifici sono Gaetano D’Onofrio e Fabiana Rubba, intende diffondere la cultura della donazione ed è parte integrante del progetto aziendale Sportello Amico Trapianti.

Durante l’evento formativo saranno illustrate ai partecipanti le procedure adottate dal Centro Regionale Trapianti (CRT) e l’importanza di un approccio multidisciplinare finalizzato a formare donatori consapevoli e responsabili e a rafforzare la cultura del dono nella comunità.

D’altronde, i trapianti di midollo, organi e tessuti sono interventi molto delicati non solo per le tecniche chirurgiche ma per la sfera etica e psicologica nella quale vengono proiettati e la donazione costituisce una scelta di per sé istintivamente difficile da accettare perché scatena timori del tutto naturali. Per questo motivo l’intervento di sensibilizzazione rappresenta un efficace percorso per poter effettuare una scelta libera, informata e consapevole.

Per le iscrizioni: Ufficio Formazione Unico 081/7463753 – 081/7464969.

Per ulteriori informazioni, scarica la locandina.

]]>
http://areacomunicazione.policlinico.unina.it/35348-sportello-amico-trapianti-metamorfosi-e-cultura-della-donazione-al-via-il-corso-ecm-al-policlinico-federico-ii/feed/ 0