Area Comunicazione

Web Magazine dell'Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II"

“Neurosurgical Basic Course”, grande successo per il corso SINCH dedicato agli specializzandi in neurochirurgia

articolo scritto da Redazione

WhatsApp Image 2022-05-17 at 14.31.09Il 3 e 4 maggio, la Società Italiana di Neurochirurgia ha organizzato un corso gratuito presso l’aula Fausto D’Andrea della Neurochirurgia della Federico II di Napoli, dedicato agli assistenti in formazione del I del II anno, provenienti da tutte le Scuole di Specializzazione d’Italia.

Il Neurosurgical Basic Course, promosso dal prof. Paolo Cappabianca, presidente della Società Italiana di Neurochirurgia e coordinato dai neurochirurghi Giuseppe della Pepa, Domenico Solari, Teresa Somma e Cesare Zoia, è stato ideato per offrire agli specializzandi la possibilità di apprendere le tecniche di base di suture (in condizioni agevoli e meno), posizionamento di viti transpeduncolari, perforazione e drilling su modellini anatomici, nonché per acquisire dimestichezza con le tradizionali e le nuove tecnologie di sala operatoria, dal microscopio, all’endoscopio, fino all’esoscopio, ha riscosso una partecipazione entusiastica. Inoltre, sulla scia dell’ hi-tech virtual and physical tools for surgical training, i discenti hanno avuto la possibilità di esercitarsi su modelli UpSurgeOn, che consentono di simulare interventi sul parenchima cerebrale, vasi e nervi cranici.

I tutor Cinzia Baiano, Daniele Bongetta, Ciro Mastantuoni, PierPaolo Mattogno, Giovanni Raffa, Luca Ricciardi e Matteo Zoli, hanno accompagnato i 28 specializzandi nell’apprendimento delle tecniche neurochirurgiche di routine, dimostrando l’importanza della collaborazione e del lavoro di squadra per la crescita professionale e personale.

Ancora una volta, quindi, l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli, diretta da Anna Iervolino, e la Scuola di Medicina e Chirurgia, presieduta dalla prof.ssa Maria Triassi, hanno contribuito alla formazione e all’istruzione dei giovani medici,  fornendo strumenti all’avanguardia, per la qualificata professionalità degli specialisti del domani“, conclude il prof. Cappabianca..

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento

Articoli recenti

Commenti recenti