Area Comunicazione

Web Magazine dell'Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II"

ADP-App Date Psoriasi, ecco i risultati dello studio avviato nel 2019

articolo scritto da Redazione

unnamedPresso la Dermatologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli, lunedì 25 ottobre, alle ore 13.00, la prof.ssa Gabriella Fabbrocini, direttore dell’UOC di Dermatologia Clinica, ha presentato i risultati del progetto pilota ADP- App Date Psoriasi, per la gestione dei pazienti con psoriasi, lanciato nel 2019.

App-Date Psoriasi si basa sull’utilizzo combinato dei nuovi strumenti di comunicazione e delle più moderne tecnologie digitali per la diagnostica con l’obiettivo di creare una rete tra medici del territorio e centri di eccellenza in modo da assicurare ai pazienti con psoriasi il miglior percorso diagnostico-terapeutico: un sistema hub and spoke, quindi, nell’interesse del paziente.

In particolare, attraverso un’apposita piattaforma on-line – la DermoPSO Platform – che consente anche collegamenti video in tempo reale, e una praticissima app per smart-phone è stato reso disponibile un sistema di servizi per facilitare la gestione di ogni fase della patologia, ad iniziare dalla diagnosi, e i percorsi terapeutici, a partire dall’appuntamento per la visita presso il centro di riferimento.

 “La psoriasi è una patologia invalidante – spiega la prof.ssa Fabbrocini – di cui a Napoli, secondo le stime, sono affette circa 30.000 persone e moltissime, pur avendo sviluppato una forma grave della malattia, non sono in terapia né effettuano i dovuti controlli. Eppure oggi abbiamo a disposizione terapie innovative quali i fumarati,  i farmaci biologici  e i biosimilari che agiscono su alcuni target specifici del processo infiammatorio, migliorando nettamente la qualità di vita e eliminando la cronicità della patologia. Diagnosi e inquadramento sono essenziali per una gestione ottimale della patologia che assicuri la qualità della vita ai pazienti”.

Grazie a velocità, facilità e praticità di utilizzo, la DermoPSO Platform ha consentito di ampliare la connessione tra strutture territoriali e il centro terapeutico di eccellenza dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II, velocizzando e aumentando l’accesso alle cure. Alla sperimentazione hanno partecipato una ventina di dermatologi delle diverse Asl della Campania che hanno seguito circa 100 pazienti affetti da psoriasi medio-grave e artrite psoriasica.

Al progetto, sotto la guida scientifica della prof.ssa Fabbrocini, hanno lavorato i dermatologi Maria Carmela Annunziata, Sara Cacciapuoti, Gaia De Fata Salvatores, Claudio Marasca, Claudia Costa, Lucia Gallo, Consolatina Liguori, Matteo Megna, Tiziana Peduto, Antonio Pietrosanto, assieme agli ing. Paolo Sommella e Giuseppe Di Leo del Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università di Salerno e alla data manager Serena Poggi.

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento

Articoli recenti

Commenti recenti