Area Comunicazione

Web Magazine dell'Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II"

Informazioni

Questo articolo è stato scritto il giorno 25 nov 2020 da Redazione, e appartiene alle categorie: News Sito Web AOU, Tutte le comunicazioni.

Funzioni di accesso

Collegati
Registrati
torna alla Home

Giornata internazionale contro la violenza sulle donne 2020

articolo scritto da Redazione

scarpe rosse 1

L’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II ricorda la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne che, istituita dall’assemblea Onu nel 1999, in ricordo delle sorelle Patria, Minerva e Maria Teresa Mirabal, torturate, stuprate ed uccise dagli agenti del dittatore Rafael Leonidas Trujillo in Repubblica Dominicana nel 1960, si celebra oggi 25 Novembre.

La situazione in Italia

I dati del VII Rapporto Eures sul femminicidio in Italia, evidenziano che nei primi dieci mesi del 2020 le donne vittime di omicidio sono state 91, una ogni tre giorni, un dato in leggera flessione rispetto alle 99 dello stesso periodo dell’anno scorso. Ma a diminuire sono soltanto le vittime femminili della criminalità comune (da 14 a 3 nel periodo gennaio-ottobre 2020) mentre risulta sostanzialmente stabile il numero dei femminicidi familiari (da 85 a 81) e, all’interno di questi, il numero dei femminicidi di coppia (56 in entrambi i periodi). Risultano invece in aumento (da 0 a 4) le donne uccise nel contesto di vicinato. In sostanza, l’incidenza del contesto familiare nei femminicidi raggiunge nel 2020 il valore record dell’89%, superando il già elevatissimo 85,8% registrato nel 2019.

Il tema della violenza sulle donne quest’anno assume un nuovo significato nell’ambito del contesto emergenziale, le misure restrittive imposte dal contrasto alla pandemia hanno infatti modificato i profili di rischio del fenomeno: il rapporto di convivenza, come “luogo” di violenza, già prevalente nel 2019 (presente per il 57,6% delle vittime), oggi raggiunge il 67,5% attestandosi addirittura all’80,8% nel trimestre del lockdown totale. Basti pensare che tra marzo e giugno, ben 21 delle 26 vittime di femminicidio in famiglia convivevano con il proprio assassino. In valori assoluti, nel confronto tra i primi dieci mesi del 2019 e il medesimo periodo del 2020, il numero dei femminicidi familiari con vittime conviventi sale da 49 a 54 (+10,2%), mentre scende da 36 a 26 quello delle vittime non conviventi (-27,8%).

Le parole di Antonio Guterres e il decalogo di UN Women

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres ha dichiarato recentemente: “La violenza sessuale contro le donne e le ragazze affonda le sue radici in secoli di dominazione maschile. Non dimentichiamoci che quelle disuguaglianze di genere che alimentano la cultura dello stupro, costituiscono fondamentalmente una questione di squilibri di potere”.

UN Women,  organo delle Nazioni Unite dedicato all’uguaglianza di genere e all’emancipazione delle donne, ha pubblicato il 17 novembre 2020 un decalogo, rivolto a tutta la comunità, intitolato Agire: 10 modi per aiutare a porre fine alla violenza contro le donne, anche durante una pandemia.

Ecco i dieci modi in cui si può fare la differenza, in maniera sicura e di impatto:

  1. Ascolta e credi alle sopravvissute
  2. Insegna alla prossima generazione e impara da loro
  3. Esigi che i servizi diano risposte adeguate alle sopravvissute alla violenza
  4. Comprendi che cosa sia il vero consenso
  5. Impara a riconoscere i segni di abuso e come puoi aiutare
  6. Inizia una conversazione e mostra la tua solidarietà con le sopravvissute
  7. Schierati contro la cultura dello stupro
  8. Finanzia le organizzazioni per le donne
  9. Crea un ambiente più sicuro per tutti
  10. Conosci i dati e chiedine di più

Consulta il decalogo, cliccando qui.

Per ulteriori informazioni, consulta le fonti Istat: Il numero verde 1522 durante la pandemia (Periodo Marzo-Giugno 2020) e scopri di più sull’iniziativa “The Global 16 Days Campaign”, nata per sensibilizzare l’opinione pubblica e lanciata dal Center for Women’s Global Leadership (CWGL) nel suo primo Women’s Global Leadership Institute nel 1991, ed utilizzata in tutto il mondo per chiedere l’eliminazione della violenza di genere. Si svolge ogni anno dal 25 novembre al 10 dicembre (Giornata internazionale dei diritti umani) per collegare simbolicamente la violenza contro le donne e l’affermazione dei diritti umani.

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento

Articoli recenti

Commenti recenti