Area Comunicazione

Web Magazine dell'Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II"

Informazioni

Questo articolo è stato scritto il giorno 13 feb 2020 da Claudio Pellecchia, e appartiene alle categorie: Iniziative ed eventi, Medicina Generale e del Territorio, News Sito Web AOU, Nuove tecnologie e new media, Prevenzione e promozione della salute, Scienza e medicina, Studi, analisi e ricerche, Tutte le comunicazioni.

Funzioni di accesso

Collegati
Registrati
torna alla Home

“MAKEtoCARE”, il contest per migliorare la qualità della vita delle persone affette da disabilità

articolo scritto da Claudio Pellecchia

maketocare

Martedì 18 febbraio, alle ore 12:30, nell’Aula Magna “Gaetano Salvatore” dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II (via Pansini 5) sarà presentato il contest 2020 “MAKEtoCARE”, finalizzato a promuovere, sostenere e valorizzare soluzioni originali ed utili a rispondere ai bisogni reali delle persone affette da disabilità di qualsiasi tipo.

All’iniziativa, fortemente voluta dalla Prof. Gabriella Fabbrocini, direttore dell’UOC di Dermatologia dell’AOU Federico II, e promossa dalla specialty care di Sanofi Genzyme, prenderanno parte il rettore della Federico II di Napoli Arturo De Vivo, per l’Azienda Ospedaliera Universitaria della Federico II, il presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia Luigi Califano, il direttore generale Anna Iervolino, la prof. ssa Maria Triassi. Moderatrice d’eccezione Laura Valente, presidente della Fondazione Donnaregina per le Arti contemporanee-Museo Madre.

Relatori dell’evento Stefano Maffei del Politecnico di Milano e Filippo Cipriani per Sanofi Genzyme, con interventi dei prof. Annamaria Colao, Vincenzo Brescia Morra, Nicola Ferrara, Ivan Gentile, Alfredo Guarino, Ivo Iavicoli, Giuseppe Limongelli.

Il contest, oltre ad essere espressamente rivolto alla comunità dei makers e progettisti, è aperto anche ai caregiver, ai pazienti e ai loro familiari, e a qualsiasi persona fisica o giuridica (società, enti, associazioni, fondazioni, e/o altre entità giuridiche, con residenza o sede in Italia o in altro paese dell’Unione Europea) abbia saputo elaborare una soluzione innovativa per rispondere ad uno o più bisogni concreti di chi affronta la disabilità.

Per ulteriori informazioni, scarica la locandina.

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento

Articoli recenti

Commenti recenti