Area Comunicazione

Web Magazine dell'Azienda Ospedaliera Universitaria "Federico II"

Informazioni

Questo articolo è stato scritto il giorno 20 feb 2019 da Claudio Pellecchia, e appartiene alle categorie: Medicina Generale e del Territorio, News Sito Web AOU, Prevenzione e promozione della salute, Scienza e medicina, Tutte le comunicazioni.

Funzioni di accesso

Collegati
Registrati
torna alla Home

Approccio multidisciplinare al piede diabetico, ai nastri di partenza il Master di I livello

articolo scritto da Claudio Pellecchia

masterPrende il via il il Master di I livello Approccio multidisciplinare integrato alla prevenzione e al trattamento del piede diabetico”coordinato da Gabriele Riccardi, direttore dell’UOC di Diabetologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II di Napoli, Olga Vaccaro, responsabile del programma Infradipartimentale di Complicanze croniche nel Diabete e Day-Service, Brunella Capaldo, responsabile del programma Infradipartimentale di Percorso Diagnostico Terapeutico del paziente diabetico-obeso in attività di day hospital, Angela Albarosa Rivellese, responsabile del programma Infradipartimentale di Urgenze Diabetologiche e Gennaro Saldalamacchia, responsabile dell’UOS del Piede Diabetico.

Il Master, dalla durata di un anno accademico consta di 1500 ore ed è suddiviso in 3 moduli. Il percorso formativo dà diritto all’acquisizione di 60 crediti formativi universitari (CFU) e prevede un massimo di 30 iscritti.

Il Master si propone di rispondere alla carenza istituzionale di formazione di personale sanitario in possesso di Laurea Magistrale o Specialistica che sia qualificato e specializzato nel trattamento del piede diabetico, cooperando, in tal modo, al raggiungimento degli obiettivi prioritari della Dichiarazione di St. Vincent del 1989. Questo documento, prodotto alla conclusione di una Consensus Conference sotto l’egida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e della Federazione Internazionale del Diabete, ha individuato tra i principali obiettivi:

- il miglioramento della qualità e quantità di vita dei soggetti affetti da diabete attraverso l’ottimizzazione delle
risorse disponibili e la promozione di modelli assistenziali nuovi e più efficienti;
– la necessità di ridurre del 50% l’incidenza delle amputazioni maggiori nei pazienti diabetici;
– la formazione di figure professionali che possano inserirsi, sul territorio e nell’ambito delle strutture assistenziali preposte, con competenze specifiche finalizzate alla prevenzione e cura delle complicanze del piede diabetico.

Per raggiungere tali obiettivi è necessario che si abbia una approfondita preparazione scientifica e culturale nel campo della prevenzione, diagnosi e cura del piede diabetico, un’ elevata conoscenza della disabilità e dell’impatto socio-economico della malattia, dei meccanismi patogenetici, degli aspetti clinici e dell’inquadramento diagnostico e delle soluzioni terapeutiche, una conoscenza e modalità di esecuzione delle indagini strumentali di supporto alla diagnosi e una competenza adeguata per la completa autonomia nella gestione dei pazienti e per la partecipazione e progettazione a protocolli di ricerca su pazienti affetti da piede diabetico complicato.

Possono iscriversi al corso i laureati in Professioni Sanitarie della Riabilitazione, Infermieristiche, Ostetriche, Tecniche e i laureati in Medicina e Chirurgia. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata entro il 18 marzo 2019.

Per ulteriori informazioni scarica il bando.

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento

Articoli recenti

Commenti recenti